I Controlli e le Sanzioni in Ambito REACH, CLP e SDS.

I Controlli e le Sanzioni in Ambito REACH, CLP e SDS

Il panorama economico moderno è ad oggi dotato di numerose sfaccettature per via di fenomeni di scala globale che hanno portato ad un evidente multiculturalismo. Ciò ovviamente richiede alle imprese ed alle industrie maggiore impegno nella definizione dei brand, nella predisposizione di strategie di business e soprattutto nell’individuazione delle migliori modalità di targeted marketing. Occorre poi fare i conti con le diverse normative vigenti nel settore in cui ci si trova ad operare, considerando che nel nostro caso, l’Italia, bisogna riferirsi al contesto dell’Unione Europea. L’ordinamento comunitario dispone infatti diversi vincoli per i vari settori dell’economia, ma è particolarmente stringente soprattutto nell’ambito di quelle operazioni che coinvolgono parti o prodotti considerati “a rischio”.

Il Regolamento REACH Disciplina, Insieme al CLP, la Corretta Gestione delle Sostanze e delle Miscele Pericolose.

Considerando ad esempio le sostanze e le miscele chimiche pericolose vi sono numerosi regolamenti comunitari che impongono vincoli e attenzioni specifiche per tutte le aziende e le imprese che li utilizzano. Si pensi ad esempio al noto  regolamento (CE) n. 1272/2008 – CLP, che si occupa di imballaggio, classificazione ed etichettatura di prodotti contenenti le sostanze suddette, oppure al regolamento (CE) n. 1907/2006- REACH, che disciplina l’onore della prova nella valutazione del rischio di prodotti e miscele oltre alla definizione di come debba essere strutturata la nota scheda dati sicurezza (SDS), che deve essere completa di scenari di esposizione e molteplici sezioni illustrative.

I Controlli e le Sanzioni in Ambito REACH, CLP e SDS

Le aziende e le imprese che operano con sostanze e miscele di questo genere, rilevanti ai sensi della normativa comunitaria, devono dunque prestare attenzione anche ai controlli e le sanzioni in ambito REACH, CLP e SDS. Il Piano nazionale delle attività di controllo sui prodotti chimici, predisposto dal Ministero della Salute, si occupa infatti di definire le modalità di supervisione degli operatori per i quali sono rilevanti gli obblighi di registrazione, notifica e imballaggio ai sensi dei regolamenti REACH e CLP e sono stabilite sanzioni onerose per chi trasgredisce nelle modalità dell’esecuzione degli impegni richiesti.

Grazie a Chemicals Consulting Potrete Evitare di Incorrere in Sanzioni ai Sensi della Normativa Comunitaria Vigente nella Commercializzazione di Prodotti a Rischio.

Riuscire dunque ad orientarsi in questo settore può essere complesso per chi cerca di inserirsi sul mercato e allo stesso modo può comunque risultare oneroso e scomodo per grandi imprese con maggiore esperienza. E’ quindi conveniente e suggerito affidarsi invece a degli esperti del settore che possano fornire servizi di consulenza adeguata e assistenza. Si consiglia tra i molti di affidarsi a Chemicals Consulting, il ramo di Safe & Sound Srl che si occupa dell’implementazione delle normative in ambito comunitario, nazionale ed internazionale per la tutela della salute umana e dell’ambiente nella gestione di sostanze e miscele pericolose.

Rivolgendovi agli esperti di Chemicals Consulting potrete far visionare i vostri cataloghi e individuare quali sono gli obblighi che vi spettano in base alla normativa. Sarete seguiti nella redazione delle Schede Dati Sicurezza e nella corretta etichettatura o notifica di ogni prodotto rilevante. Per poter parlare con gli operatori vi basterà utilizzare i recapiti telefonici e i contatti indicati sul sito web. Nella piattaforma multimediale sono ovviamente spiegati al meglio tutti i sevizi disponibili.

Foto PrecisionFluid Online

Be the first to comment on "I Controlli e le Sanzioni in Ambito REACH, CLP e SDS."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*